Rivelazioni sul modo in cui avvengono le fusioni amorose nel mondo dell’aldilà (Universo Astrale)

di Gregorian Bivolaru

Motto: “Non dobbiamo mai smettere di esplorare con curiosità e fascino l’ignoto, perché alla fine di tutte le nostre esplorazioni ritorneremo nuovamente nel luogo da dove siamo partiti e allora scopriremo quel luogo come per la prima volta. Questo ci convincerà inoltre di aver già realizzato un notevole progresso spirituale.”

amore_angeli1.jpg

Anche se fino ad ora non ho affrontato questo tema delicato, sono stato in seguito ispirato da certi fenomeni di sincronicità che sono stati per me molto significativi. Alla fine, alcune entità angeliche mi hanno consigliato di presentare alcuni aspetti fondamentali riguardanti le fusioni amorose nel mondo dell’aldilà (Universo Astrale). Queste rivelazioni sono ancor più necessarie se teniamo conto dello stupido pregiudizio secondo il quale si ripete spesso che nei mondi dell’aldilà (Universo Astrale) le fusioni amorose e i giochi erotici tra gli esseri umani di esso opposto smettono subito, non appena essi abbandonano definitivamente questo mondo (con la cosiddetta morte fisica). Come sappiamo tutti, una bugia che viene ripetuta di continuo finisce per diventare una “verità”.

Per offrirvi un punto di partenza ispirante, comincerò con un racconto edificante.

Si racconta che un celebre filosofo greco avesse invitato a casa sua un ricco signore, che aveva espresso il desiderio di conoscerlo.

Dopo aver discusso di alcuni argomenti filosofici, che avevano risvegliato nel ricco signore una vivida ammirazione, il filosofo lo invitò a tavola; il ricco signore rimase colpito dai piatti prelibati con cui la tavola era imbandita, e alla fine di quel pasto luculliano, dopo aver gustato ogni portata, fu stupito nel vedere come anche il filosofo si deliziava in un certo modo nel mangiare, e cosi gli chiese, con un tono misto di ironia e disprezzo:

– Com’è possibile che i filosofi abbiano ancora bisogno di perdersi con simili prelibatezze?

yoga bologna tantra bologna yoga_bologna_image

Il filosofo gli rispose allora con umorismo e saggezza:

– Fai un grande sbaglio se pensi che in questo mondo tutte le meravigliose bontà siano riservate solo agli stupidi e agli avidi!

Quindi, partendo dalla morale di questo aneddoto, possiamo chiederci analogicamente: ALLORA TUTTE LE FUSIONI AMOROSE SAREBBERO RISERVATE SOLO AGLI ESSERI UMANI IGNORANTI E CHE VIVONO NEL MONDO FISICO? E QUINDI SCOMPARIREBBE PER SEMPRE LA POSSIBILITA’, UNA VOLTA GIUNTI NELL’ALDILA’, DI VIVERE ANCORA FUSIONI AMOROSE CON GLI ESSERI DI SESSO OPPOSTO (CHE SI TROVANO IN QUEL MONDO) CHE AMIAMO E CHE CI AMANO?

Ovviamente la risposta ad entrambe le domande è un NO CATEGORICO!!!

Questa risposta si basa sia sulle rivelazioni già famose del celebre chiaroveggente Emanuel Swedenborg, che sui racconti di Yram, sulle descrizioni personali dell’americano Robert Monroe, sulle rivelazioni del grande yogi Paramahamsa Yogananda e sulle avventure di alcuni medium rinomati, tra i quali ricordiamo Sylvia Browne e Josette Pernin.

Il noto visionario e “viaggiatore” nei misteriosi regni dell’aldilà, Emanuel Swedenborg, ha raccontato, ad esempio (in base alle sue constatazioni personali), che gli angeli sono creature divine alcune delle quali di sesso maschile e altre di sesso femminile (cioè, esistono sia angeli che angiolette). Ha detto che anche gli angeli vivono in coppie basate sull’amore, descrivendo persino alcune confessioni fatte dagli angeli sulle felicità paradisiache che vivono nelle fusioni amorose con le entità angeliche di sesso opposto.

Uno dei libri di Swedenborg tratta per esteso l’argomento tabù delle delizie divine delle fusioni amorose vissute dalle creature di sesso opposto nel mondo dell’aldilà (Universo Astrale).

Cosi, sia in base alle sorprendenti testimonianze di Swedenborg che grazie alle altre rivelazioni esistenti fino ad oggi sulla realtà delle fusioni amorose nell’aldilà (Universo Astrale), possiamo trarre le seguenti conclusioni:

yoga bologna tantra bologna yoga_bologna_image

1.       Le fusioni amorose nel mondo dell’aldilà sono una realtà incontestabile;

2.       Queste fusioni amorose, quando realizzate in modo attivo, nello stesso modo in cui fanno l’amore gli esseri umani di sesso opposto nel mondo fisico, implicano spontaneamente la realizzazione di quella che noi chiamiamo una sessualità con continenza;

3.       Tutte le fusioni amorose che si realizzano tra gli esseri di sesso opposto in certi regni superiori del mondo dell’aldilà fanno apparire travolgenti ed intensi stati di gioia, felicità ed estasi, che seppur generando un gran numero di orgasmi, non terminano mai con l’analoga eiaculazione da parte dell’uomo o con l’analoga scarica da parte della donna (in quei regni sembra che una simile manifestazione sia proprio impossibile);

4.       I corpi degli esseri di sesso opposto che vivono nel mondo dell’aldilà sono costituiti da una luce misteriosa astrale, perfettamente plastici e flessibili. A causa di queste qualità specifiche dell’UNIVERSO ASTRALE, ogni essere umano che ha abbandonato definitivamente questo mondo (l’universo materiale) può modellarsi all’istante, come lo desidera (a volontà), la forma del corpo astrale, con i suoi attributi caratteristici (ad esempio la forma e dimensione dei seni, il colore e la lunghezza dei capelli, l’altezza, il colore della pelle, degli occhi, la fisionomia, l’età del corpo; le donne possono assumere una qualsiasi ipostasi corporea e modellarsi la forma esteriore secondo il loro gusto, e gli uomini possono godere della stessa libertà, potendo ad esempio modificare a volontà le dimensioni del LINGAM, ecc.);

5.       Le fusioni amorose che avvengono nei regni superiori dell’aldilà tra esseri di sesso opposto che si amano sono incredibilmente simili (quasi identiche) alle relazioni amorose basate sulla continenza sessuale e la trasfigurazione che vengono fatte dagli esseri umani di sesso opposto che sono stati iniziati in questi misteri (dove sono soprattutto gli uomini che hanno bisogno di fare alcuni sforzi);

amore_angeli2.jpg

Queste affascinanti scoperte ci permettono di capire come, in realtà, le coppie di yogi che vivono delle relazioni amorose con trasfigurazione e continenza iniziano già, in questa vita fisica, a fare l’amore cosi come lo faranno poi, nel mondo dell’aldilà, godendo cosi appieno (e potremmo dire in anticipo) delle delizie e dei molteplici vantaggi dell’AMORE ASTRALE.

Questa rivelazione è una verità evidente di cui siamo certi che già molte coppie di yogi se ne saranno rese conto, praticando molto bene la continenza sessuale, amandosi profondamente e trasfigurandosi reciprocamente. La realizzazione perfetta della continenza amorosa, della trasfigurazione e della sublimazione armoniosa delle energie sottili risultanti, nel quadro delle coppie di yogi che si amano, fa accumulare gradualmente nelle loro aure espanse una benefica energia occulta, nota agli yogi con il nome di OJAS (questa energia accelera il risveglio dello stato di SHAKTI nelle donne, e accelera il risveglio dello stato di VIRA negli uomini).

6.       Nel mondo dell’aldilà, nei regni superiori dell’Universo Astrale, gli esseri di sesso opposto che hanno definitivamente abbandonato questo mondo si associano in coppie prevalentemente amorose, realizzando fusioni amorose intensamente euforiche, caratteristiche dell’Universo Astrale. Entrambi gli innamorati sono comunque completamente liberi di vivere altre relazioni amorose con altri esseri di sesso opposto, senza che uno dei due si confronti con stati di gelosia o possessività.

yoga bologna tantra bologna yoga_bologna_image

La fedeltà amorosa nell’Universo Astrale richiede sempre la continuità nel tempo delle relazioni amorose esistenti, anche quando queste relazioni amorose sono multiple e parallele. Lo scopo essenziale di tutte le relazioni amorose che un essere ha spesso in parallelo, con esseri di sesso opposto, nell’Universo Astrale, è il risveglio plenario e profondo dell’ANDROGINO GLORIOSO nel suo essere, insieme alla scoperta nel proprio essere (attraverso la realtà della Scintilla Divina Suprema del Sé Immortale (ATMAN)), come pure al di fuori, della presenza misteriosa e onnipotente di DIO PADRE, che gli si rivela ogni volta come un infinito amore onnipervadente. La felicità oceanica e l’estasi amorosa che egli scopre in ogni fusione amorosa vengono sempre considerati dei mezzi e mai come degli scopi in sé. Nei regni superiori dell’Universo Astrale, gli esseri impegnati in relazioni amorose con altri esseri di sesso opposto, consentono in piena libertà di mettersi insieme, senza che questo comporti alcuna autentificazione esteriore (come ad esempio il matrimonio nel mondo fisico).

7.       Nell’aldilà, nei regni superiori dell’Universo Astrale, la formazione delle coppie amorose o l’implicarsi di uno dei due amanti in altre relazioni amorose parallele avviene sempre in uno stato di piena libertà interiore. Ognuno dei due amati è totalmente libero di iniziare una o più relazioni amorose, senza essere mai costretto, obbligato o forzato da qualcosa o qualcuno a farlo. Una coppia amorosa si forma ogni volta partendo sempre da una relazione sufficientemente intensa e profonda di amore reciproco. La frequenza e la durata delle fusioni amorose in quel mondo è determinata dall’energia erotica che i due amati manifestano, il più delle volte, all’unisono. Lo stato di anelito affettivo-amoroso si manifesta con una forza immensa in quel mondo. Gli spostamenti avvengono istantanei, con la forza e la velocità del pensiero. La comunicazione in quel mondo avviene in modo telepatico, e questo stato di empatia e comunione sottile a livello delle aure è sempre totale e perfetto. In quel mondo, l’attrazione amorosa che appare tra due esseri di sesso opposto che si amano reciprocamente è sempre basata sulle affinità affettive. Ogni essere di sesso opposto che ama viene attratto amorosamente all’altro essere di sesso opposto dagli aspetti misteriosi polarmente opposti che lo complementano, aiutandolo cosi implicitamente e risvegliare in lui l’ANDROGINO GLORIOSO. In quel mondo, la donna che ama è attratta eroticamente in modo intenso e profondo dagli uomini che le risvegliano ineffabilmente l’uomo interiore, mentre l’uomo che ama viene attratto eroticamente in modo intenso e profondo dalle donne che gli risvegliano, ineffabilmente, la donna interiore.

La consacrazione dei frutti di una fusione amorosa a DIO PADRE o ad una delle 10 Grandi Forze Cosmiche, nel mondo dell’aldilà, viene sentita subito con una forza travolgente, da entrambi gli amati. La realizzazione della consacrazione dei frutti di un’azione è perfettamente valida ed efficiente anche nell’Universo Astrale.

amore_angeli3.jpg

La realizzazione di un rituale MAITHUNA da parte di due amanti dell’aldilà genera degli effetti colossali, che vengono sperimentati con una forza sorprendente da parte di entrambi per molto tempo. L’emissione di un MANTRA nel mondo dell’aldilà, cosi come la realizzazione di uno stato di LAYA YOGA con l’aiuto di un MANTRA, sia di una delle 10 Grandi Forze Cosmiche o con il BIJA MANTRA di un CHAKRA, genera all’istante effetti intensi e profondi, assolutamente coinvolgenti. In quel mondo possiamo finalmente renderci conto del valore inestimabile di ogni iniziazione spirituale di cui abbiamo beneficiato realmente nel mondo fisico.

Coloro che padroneggiano la capacità di sdoppiarsi e di viaggiare nel piano astrale potranno facilmente verificare questa nostra affermazione. Il mondo astrale è ricolmo di una bellezza ed armonia disarmanti, che superano anche la più viva immaginazione. L’universo fisico, nella sua totalità, è minuscolo in confronto alla vastità dell’Universo Astrale. Ciò che caratterizza l’Universo Astrale è la sua bellezza perfetta e la piena misteriosa armonia.

8.       Nel mondo dell’aldilà, nei regni superiori dell’Universo Astrale, una coppia amorosa formata da due esseri di sesso opposto, può fondersi eroticamente in maniera estatica in un altro modo, nettamente superiore, che implica una totale e perfetta “osmosi” e identificazione dei loro corpi astrali di luce. Allora, dopo che sin da subito i due amanti si identificano perfettamente l’un l’altro, rimangono poi completamente immobili (analogicamente parlando, come si mescolano perfettamente due liquidi) ed assaporano l’ineffabile estasi amorosa di questo riconoscersi beatifico. Lo stato di orgasmo divino, oceanico che appare cosi li espande nell’infinito e li rende tangenti con l’infinito. Lo stato che vivono allora è decine di volte più intenso e profondo di un qualunque stato di estasi amorosa che una coppia amorosa può provare nel mondo fisico. Per darvi un’analogia di questo modo nettamente superiore di fondersi estaticamente in modo erotico, immaginatevi che quando siete impegnati in un perfetto gioco amoroso con la persona amata, vi appaia ad un certo momento uno stato travolgente di orgasmo cosmico che si sprigiona in entrambi simultaneamente, rimanendo poi perfettamente immobili, vivendo in modo ampio, intenso e profondo lo stato di estasi divina che appare. Questo stato, che per voi è un apice al quale arrivate ad un certo punto, nel caso di una coppia che si fonde in quel modo nettamente superiore nel mondo dell’aldilà è uno stato di partenza, che poi in breve tempo si amplifica decuplicato in confronto al vostro stato. Questa forma nettamente superiore di fondersi estatici eroticamente nell’aldilà, in un completo stato di immobilità, essendo perfettamente identificati l’un l’altro, è facilmente possibile in quel mondo se i due esseri di sesso opposto hanno praticato yoga molto bene e padroneggiano alla perfezione l’identificazione yogica profonda (SAMYAMA). In quella condizione di SAMYAMA, i soggetti conoscitori, gli oggetti che vengono conosciuti (i loro esseri perfettamente fusi) e la conoscenza amorosa estatica che ne deriva diventano simultaneamente un tutt’uno.

Un antico detto latino dice: “Omni animalia post coitum triste es” (ossia, “ogni essere umano si sente triste ed esaurito dopo un contatto sessuale con eiaculazione (nel caso dell’uomo) o con scarica (nel caso della donna)”. L’unica meravigliosa eccezione, che è sempre a disposizione al posto di questa penosa e spossante alternativa con cui si confrontano ogni volta gli uomini e le donne che fanno l’amore perdendo il loro potenziale creatore, è l’amore con trasfigurazione e continenza sessuale.

Studiando attentamente come si deve le rivelazioni già esistenti sul modo in cui gli esseri di sesso opposto si fondono amorosamente nei regni superiori dell’Universo Astrale, scopriamo subito come in realtà questo modo nettamente superiore, generatore di felicità, in grado di soddisfare appieno le donne offrendo loro la possibilità di vivere decine di orgasmi euforici, è e rimane unicamente l’amore con trasfigurazione e continenza sessuale. La continenza sessuale è e rimane la vera rivoluzione sessuale, accolta con immensa gioia da tutte le donne sensuali ed armoniose, capaci di realizzarla con gran facilità; mentre per gli uomini che aspirano a realizzarla ciò richiede intelligenza, volontà, autocontrollo e perseveranza. Quando però si arriva a praticarla perfettamente ogni volta, la continenza sessuale porta all’uomo il dono più bello che possa aver desiderato sin dall’adolescenza: una leggendaria interminabile virilità. Quale uomo non desidera poter fare l’amore quante più volte e quanto più a lungo con la sua amata, senza sentirsi mai spossato, pur essendo riuscito ad appagarla pienamente ogni volta? La continenza sessuale ci permette di realizzare questo, ma ci offre molto di più.

Vi offriamo adesso alcuni passaggi significativi, che vi aiuteranno a comprendere che quello che gli yogi da migliaia d’anni chiamano l’amore con trasfigurazione e continenza è in realtà il modo comune in cui gli esseri di sesso opposto si fondono amorosamente nei regni superiori dell’Universo Astrale.

yoga bologna tantra bologna yoga_bologna_image

Anche se per molte persone questo mondo dell’amore con trasfigurazione e continenza sembra impossibile o paradossale, per gli esseri del piano astrale è qualcosa di semplice, normale e portatore di grande felicità.

Eccovi un passaggio tratto dalla scrittrice e medium americana Sylvia Browne:

“ – L’atto amoroso come lo conosciamo noi sulla Terra esiste anche nel vostro mondo (si tratta del mondo dell’aldilà – n.d.t.)?

– Si, e dovete sapere che anche se sembra molto simile al modo in cui fanno l’amore sulla Terra, vi è qualcosa che dona un’intensa felicità, indescrivibile, legata a questo modo di fare l’amore qui, perché privo di quegli spasimi che fanno spesso smettere in maniera triste. Nel caso di questo genere di atto amoroso, gli stati di orgasmo che appaiono sono lunghi e molto forti. Non vengono più seguiti da quelle scariche fisiologiche che sapete essere inevitabili nel caso dell’uomo. Gli stati intensi di piacere che appaiono quando facciamo l’amore in questo mondo risulta grazie a delle fusioni erotiche complete dei nostri corpi. Questa fusione riempie i nostri corpi di uno stato inebriante d’amore, ricco di emozioni diafane e molto forti. Qui l’amore, pur implicando il ben noto dinamismo erotico e anche la realizzazione di alcune posizioni, è sempre un vissuto che si basa su una profonda fusione. Cosi vivendo, non facciamo altro che diventare insieme uno. Là sulla terra gli uomini non possono mai avere una soddisfazione cosi grande quando fanno l’amore. Da questo tipo di fusione amorosa che viviamo qui appare un’immensa felicità. Allora le cellule spirituali dei nostri corpi sembrano diventare gemelle, spingendoci lentamente verso uno stato finale di estasi.”

Mentre Josette Pernin lo descrive cosi nel suo libro “Dialogo con quelli che vivono nel mondo dell’aldilà”:

“ – Qual è il senso dell’amore tra gli spiriti maschili e quelli femminili nell’aldilà?

– Vivere appieno e quanto più profondamente l’amore sotto tutte le sue forme. Inoltre questo (la fusione amorosa) permette di sperimentare stati raffinati di felicità, che vengono provati ad ogni volta. Soprattutto allora, essi vengono animati dall’aspirazione di donarsi all’altro, per complementarsi. Si offrono con l’intenzione di costituire insieme un TUTT’UNO nel quale gli opposti polari (il maschile e il femminile) si riuniscono completamente.

– Cosa significa di fatto questo riunirsi?

yoga bologna tantra bologna yoga_bologna_image

– E’ quello che voi chiamate la ricostituzione dell’ANDROGINO di cui si parla nella GENESI, dove si dice che in origine l’uomo sia stato creato da DIO per essere uomo e donna allo stesso tempo.

– Le esperienze sessuali erotiche esistono nel mondo dell’aldilà cosi come le conosciamo noi sulla Terra?

– Esistono, ed è necessario che sappiate che sono incredibilmente simili ai più bei sogni d’amore che potete avere, quando al risveglio vi ricordate di esservi uniti in modo intimo, sessuale, erotico con un certo essere di sesso opposto, per il quale provate un grande amore e un’intensa attrazione amorosa. Tali esseri con i quali vi unite amorosamente in quelli che chiamate stati di sogno possono esservi noti o completamente ignoti. Gli stati amorosi che molti di voi vivono in sogno hanno però un inconveniente, perché una volta sprigionato l’orgasmo segue la polluzione, nel caso degli uomini, e la perdita di preziose secrezioni sessuali nel caso delle donne.

Nel caso di unioni sessuali, amorose nel MONDO ASTRALE, tra quelle che voi chiamate entità femminili e maschili, queste esperienze fanno apparire uno stato di fusione erotica quasi perfetta, e pur avendo ogni sorta di giochi sessuali molto piacevoli, non sono mai seguite da eiaculazione o dall’espulsione spossante di fluidi quando si giunge allo stato di orgasmo.

amore_angeli4.jpg

Non essendoci queste perdite caratteristiche, che nel mondo fisico limitano notevolmente l’intensità del piacere e la durata dei vissuti sessuali, riducendo inoltre al minimo il numero di orgasmi che provano gli esseri umani che si uniscono amorosamente, qui (nell’aldilà) le fusioni amorose sono perfettamente libere, pienamente felici, profondamente appaganti, intensamente soddisfacenti e libere da pregiudizi, gelosie, possessività, restrizioni o condizionamenti fisiologici.

Le entità maschili di qui manifestano una potenza sessuale (virilità – n.d.t.) illimitata, mentre le entità femminili sono caratterizzate da un’inesauribile disponibilità erotica. Esse manifestano un’esuberanza e giocosità che sono inesistenti nel vostro mondo fisico. Gli orgasmi, ben più lunghi e raffinati, che appaiono durante le loro fusioni amorose, sono provocati dall’attrazione nei loro corpi astrali, che sono straordinariamente belli, di certe energie complementari, estremamente raffinate, che esistono in abbondanza nel mondo astrale. Queste forze polari vengono istantaneamente attratte nei loro corpi, inondandone l’essere allorquando si uniscono amorosamente. Nel vostro mondo fisico, un’esperienza quasi simile, seppur parziale, viene vissuta dalle coppie che praticano la nota tecnica sessuale detta KAREZZA (COITUS REZERVATUS).”