Recenti studi scientifici hanno identificato alcuni alimenti miracolosi aventi azioni immunostimolanti, di rafforzamento e protezione di cuore, ossa, muscoli, ecc, e proprietà anti-infiammatorie. E’ raccomandato di consumarli quotidianamente e con regolarità.

Ci riferiamo soprattutto ai semi oleosi, olii, spezie, tè, latte, cereali e frutta.

1. Mandorle – sono ricche di energia e fonti di fitosteroli. Sono benefiche ai diabetici determinando bassi livelli di zuccheri nel sangue. Le mandorle sono ricche di aminoacidi che aiutano i processi di crescita muscolare, dimostrandosi utili per bambini e adolescenti. Grazie alla vitamina E, aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari, il cancro e problemi agli occhi derivanti dall’età avanzata (degenerazione maculare in particolare). La vitamina E è un potente antiossidante che mantiene le arterie sane, proteggendole dai radicali liberi. Gli studi effettuati su gruppi di volontari che hanno consumato 20 mandorle al giorno, pari a circa 14 mg di vitamina E, hanno dimostrato una maggiore capacità di resistenza alle irradiazioni solari e ai raggi ultravioletti. Pertanto, le mandorle aiutano in caso di prolungata esposizione al sole. Inoltre, aiutano e migliorano la memoria e le capacità intellettive.

2. Noci – sono ricchi di Omega-3, polifenoli e un alto contenuto proteico. La loro composizione contribuisce a mantenere in salute il cuore. Una porzione di circa 30 g di frutta secca (sette noci) è benvenuta in qualsiasi momento, soprattutto come spuntino tra i pasti.

3. Olio d’oliva. La varietà dell’olio d’oliva extra vergine (spremuto a freddo) è ricca di grassi monoinsaturi benefici. Gli acidi grassi e polifenoli di questo tipo di olio  riducono l’infiammazione delle articolazioni e delle cellule.

4. Semi di lino – sono ricchi di proteine e fibre. Questi piccoli grani forniscono una quantità significativa di acidi grassi Omega-3. E’ stato osservato che il loro utilizzo aiuta a ridurre le macchie sulla pelle e le rughe. Il British Journal of Nutrition ha riferito che i partecipanti allo studio hanno mangiato circa mezzo cucchiaino di semi di lino al giorno per 6 settimane e hanno ottenuto una forte idratazione della pelle, eliminando arrossamenti e irritazioni. Recentemente, uno studio comparativo eseguito per 60 giorni in soggetti con alti livelli di colesterolo (superiore a 240 mg / dl) che avevano consumato 20 grammi di semi di lino al giorno, ha dimostrato che il trattamento ha normalizzato i livelli di colesterolo. I semi di lino possono essere consumati con yogurt, aggiunti alle insalate o insieme ai fiocchi d’avena.

5. Tè verde –  è un antiossidante complesso, un potente anti-tumorale e anti-infiammatorio. I ricercatori hanno scoperto che il consumo di 2-6 tazze al giorno neutralizza i cambiamenti patologici che si verificano nella pelle causati da una prolungata esposizione al sole. Altri studi dimostrano che il tè verde è ricco di antiossidanti epigallocatechingallato chiamato (EGCG), che favorisce l’attività cardiovascolare riducendo il rischio di diversi tipi di tumore.

6. Cioccolato fondente (85-90%) ha un’alta percentuale di flavonoidi, sostanze che aumentano il flusso di sangue al cervello, migliorando la funzione cognitiva. Il cioccolato fondente contenente più del 70% di cacao ha nella sua composizione il tannino, chiamato procianidine, che contribuisce a mantenere la flessibilità delle arterie e la pressione sanguigna bassa. In uno studio pubblicato sul Journal of Nutrition si dice che le donne che hanno consumato con una certa frequenza del cacao naturale e mangiato una tavoletta di cioccolato fondente, a causa dell’alto contenuto di flavonoidi, hanno migliorato la struttura della pelle, rendendola più resistente ai raggi UV, rispetto a coloro che hanno utilizzato lo stesso cibo, ma non il cacao naturale. Potremmo coccolarci durante il giorno con 30 grammi di cacao naturale e ottenere tutti questi benefici, come sostiene Sari Greaves, nutrizionista presso Presbyterian Hospital – Comella, New York.

7. Curcuma – è ricca di curcumina, un polifenolo che dà il colore giallo a questa spezia ed ha proprietà anti-infiammatorie, anti-angiogenica e anti-tumorale. I ricercatori della UCLA hanno scoperto che il polifenolo combatte l’accumulo di placche di amiloidi nel cervello e le strozzature a questo livello, problemi coinvolti nello sviluppo della malattia di Alzheimer. La curcuma è ampiamente usata in India, così si dovrebbe spiegare, come dicono gli scienziati, perché in India si trovano così pochi casi del morbo di Alzheimer, mentre negli Stati Uniti la percentuale raggiunge quasi il 13%, secondo l’Associazione Alzheimer.

8. Rosmarino – è ricco di acido carnosico. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Neurochimica, l’acido carnosico riduce il rischio di ictus del 40% nei topi, probabilmente attraverso un processo che protegge le cellule cerebrali dagli effetti dannosi dei radicali liberi. Inoltre, è stato dimostrato che il rosmarino può proteggere dalle malattie degenerative come il morbo di Alzheimer e gli effetti generali dell’invecchiamento.

9. Peperoncino – stimola il metabolismo, la circolazione sanguigna e aiuta il rilascio di endorfine. Inoltre, il consumo di peperoncino è un ottimo modo per aggiungere sapore al cibo senza aumentare il contenuto di grassi o calorie. Esso è anche ricco di beta-carotene, che viene convertito in vitamina A. La capsaicina agisce contro le infezioni del sangue e inibisce alcuni peptidi (sostanze biochimiche) che causano le infiammazioni. Un recente studio sulla rivista Cancer Research mostra che il peperoncino è efficace contro il cancro alla prostata. Tuttavia siamo in grado di ottenere benefici se consomiamo ogni giorno mezzo peperoncino.

10. Zenzero – contiene i gingeroli, sostanza simile alla capsaicina nel peperoncino o piperina. Gli studi hanno dimostrato che gingerolo è particolarmente efficace contro il cancro al colon. Lo zenzero può essere consumato fresco o aggiunto a varie salse.

11. Cannella – è meglio conosciuta come spezia per dolci. La cannella è ricca di antiossidanti che inibiscono la coagulazione del sangue e combatte alcuni tipi di batteri, tra cui quelli che causano l’alito cattivo (alitosi). Alcuni studi suggeriscono che la cannella può aiutare a stabilizzare gli zuccheri nel sangue riducendo così il rischio di diabete di tipo 2, dice la dietista Nancy Clark come autrice della Guida Sports Nutrition. Ancor più, può aiutare a ridurre il colesterolo “cattivo” nel sangue. Si consiglia di consumare mezzo cucchiaino di cannella al giorno con lo yogurt o farina d’avena.

12. Cereali integrali – farina d’avena, grano integrale, orzo, avena, riso integrale, sono cibi ricchi di fibre che leniscono i tessuti infiammati, mantengono il cuore forte, il colon sano e il cervello ben ossigenato. I cereali integrali, anche se hanno nella loro composizione tanti carboidrati, sono però alimenti bilanciati perchè il rilascio dei glucidi è rallentato dalle fibre. Una mezza tazza di grano intero contiene 10 grammi di proteine e fornisce il necessario equilibrio energetico muscolare.

13. Yogurt, kefir – I vantaggi delle colture degli organismi probiotici nello yogurt naturale, sono incontestabili. Tali batteri sono benefici al mantenimento del tratto digestivo, rafforzano il sistema immunitario e proteggono dai tumori.

14. Mirtilli – “Questi piccoli ma potenti frutti possono aiutare nella prevenzione delle malattie cardiache e del cancro.” – Dice Ryan Andrews, direttore della ricerca presso Precision Nutrition, Toronto (Canada). Oltre ad essere ricchi di fibre e di vitamine A e C, i mirtilli sono potenti antiossidanti, e solo il frutto amazzonico chiamato acai lo può eguagliare, poiché di grande aiuto per neutralizzare i radicali liberi che causano problemi neurali. Una tazza di mirtilli al giorno porta un reale beneficio all’intero corpo. I migliori mirtilli da consumare sono quelli selvatici poiché contengono il 26% in più di antiossidanti rispetto a quelli coltivati.

15. Prugne secche – sono ricche di rame e boro, che contribuiscono a prevenire l’osteoporosi. Essi contengono anche una fibra chiamata inulina che, in funzione ai batteri intestinali, creano l’ambiente più acido nel tratto digestivo e favoriscono l’assorbimento del calcio.

16.Mosto d’uva – contiene resveratrolo – un composto naturale potente antiossidante che abbassa LDL, HDL e impedisce la formazione di coaguli nel sangue. Il mosto d’uva può essere definito vero e proprio salvatore della vita.  Secondo i ricercatori giapponesi, è anche una ricca fonte di flavonoidi, antiossidanti che aiutano a proteggere il rivestimento dei vasi sanguigni del cuore e riduce il rischio di morte per malattie cardiovascolari.

17. Mele – Una mela al giorno riduce le infiammazioni di ogni genere grazie a quercetina, un flavonoide potente antiossidante naturale ed immunostimolante che esiste in molte verdure, frutta e semi. La quercetina riduce il rischio di allergie, attacco cardiaco, l’Alzheimer, il Parkinson, il cancro alla prostata e il cancro ai polmoni.

18. Melagrana – il succo di questo frutto con molti semi è in grado di ridurre il rischio per la maggior parte dei tumori, grazie ai polifenoli chiamati ellagitannini, che dà a questo frutto biblico il colore rosso. Un recente studio condotto sotto gli auspici della UCLA ha scoperto che il succo di melagrana rallenta la crescita delle cellule del cancro alla prostata.

19. Kiwi – questo frutto protegge le ossa e il cuore, grazie al suo alto contenuto di potassio. E’ anche ricco di vitamina C e luteina, un carotenoide che può contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache, protegge contro la cataratta e la degenerazione maculare, protegge il cervello, mantiene in buone condizioni i polmoni e combatte l’artrite.

20. Fichi – sono ricchi di potassio, manganese e antiossidanti. Questi frutti regolano il livello di pH nel corpo, rendendo più difficile l’invasione dei patogeni. La fibra di fichi può causare un basso livello di zuccheri nel sangue, riducendo il rischio di diabete e sindrome metabolica. E’ bene scegliere i fichi scuri. Possiamo mangiarli come tali o insieme ad altre fibre.

21. Ananas – grande miscela di vitamine, antiossidanti, enzimi, e, in particolare, bromelina che è un cocktail di anti-infiammatori. L’ananas protegge anche dal cancro al colon, l’artrite e la degenerazione maculare legata all’età. Un mezzo ananas due o tre volte alla settimana è la porzione ideale.

22. Succo di frutta o verdure. Nel 2006, l’University of South Florida ha fatto uno studio su gruppi di persone che hanno bevuto tre o più tazze di 120g di succo di frutta o succo di verdura, ogni settimana, nel corso degli anni. I risultati hanno rilevato che, tra coloro che hanno consumato succo di verdura o frutta nella quantià indicata, quelli che hanno sviluppato la malattia di Alzheimer sono stati 76% in meno rispetto ad un altro gruppo che ha bevuto meno succo di verdure o frutta. L’autore dello studio Amy Borenstein dice che i livelli alti di polifenoli e antiossidanti presenti in frutta e verdura proteggono le cellule cerebrali dagli effetti causati da malattie croniche.

 

Tradotto da yogaesoteric.net